download
Documento CC - 06/2012 55 KB

Mercoledì 26 Aprile, 2017
Amministrazione
® 2017 www.humanistmovement.net

Ultimo aggiornamento: 11:04 - 20/11/2014

Convergenza
delle Culture

Aggiornamento: giugno 2012.

Antecedenti

Convergenza delle Culture (1) è un organismo che fa parte del Movimento Umanista. Questo è sorto il 4 maggio 1969, con una esposizione pubblica del suo fondatore, Silo, nota come “La guarigione dalla sofferenza”, in una località della cordigliera delle Ande chamata Punta de Vacas, vicino alla frontiera tra Argentina e Cile.

Il Movimento Umanista si basa nella corrente di pensiero concosciuta come Nuovo Umanesimo o Umanesimo Universalista. Questo si trova esposto nell’opera di Silo e in quella dei diversi autori che si ispirarono in essa.

Questo pensiero, che implica anche un sentimento ed un modo di vivere, si plasma in molteplici campi del fare umano, dando origine a diversi organismi e fronti di azione. Tutti questi si applicano nei loro campi specifici di attività con un obiettivo in comune: umanizzare la Terra, contribuendo così ad aumentare la libertà e la felicità degli esseri umani. Analogamente hanno in comune la metodologia della Nonviolenza Attiva e la proposta di cambiamento personale in funzione della trasformazione sociale.

Altri organismi sorti dallo stesso Movimento Umanista sono il Partito Umanista, La Comunità per lo Sviluppo Umano, Mondo senza Guerre e senza violenza e il Centro Mondiale di Studi Umanisti.

L’Umanesimo Universalista

“L’Umanesimo Universalista, detto anche Nuovo Umanesimo, è caratterizzato dalla sottolineatura dell’atteggiamento umanista. Questo atteggiamento non è una filosofia ma una prospettiva, una sensibilità e un modo di vivere il rapporto con gli altri esseri umani. L’umanesimo universalista sostiene che in tutte le culture, nel loro miglior momento di creatività, l’atteggiamento umanista pervade l’ambiente sociale. Vengono così ripudiate la discriminazione, le guerre e, in generale, la violenza. La libertà di idee e di credenze assume forte impulso e ciò incoraggia, a sua volta, la ricerca e la creatività nella scienza, nell’arte e nelle altre espressioni sociali. In ogni caso, l’umanesimo universalista propone un dialogo non astratto né istituzionale tra le culture, ma l’accordo sui punti essenziali e la reciproca collaborazione tra rappresentanti di diverse culture, basandosi su “momenti umanisti” simmetrici”.

Nella società attuale, la convivenza tra differenti culture è un fatto quotidiano. La cosa straordinaria di questo momento storico è che si tratta di un momento di mondializzazione, nel quale tutte le culture si avvicinano e si influenzano reciprocamente, come mai era accaduto in passato.

E’ importante distinguere tra questo processo di mondializzazione crescente e la globalizzazione. Quest’ultima, di cui si fa tanto parlare, altro non è che il comportamento tradizionalmente sostenuto dai centri imperiali. Come è più volte accaduto nel corso della storia, questi imperi si installano, si sviluppano e fanno girare intorno gli altri popoli, cercando di imporre la propria lingua, i propri usi e costumi, il proprio modo di vestirsi e di mangiare, tutti i propri codici. Alla fine queste strutture imperialiste terminano nella violenza e nel caos, prodotti dalla loro ingenua prepotenza e dallo scontro culturale.

E’ oggi necessario formare ambiti nei quali vengano recuperate le idee, le credenze ed i comportamenti umanisti di ogni cultura che, al di là di qualsiasi differenza, si trovano nel cuore dei differenti popoli ed individui.


Obbiettivi

In termini generali, Convergenza delle Culture si propone di facilitare e di stimolare il dialogo tra le culture, la lotta contro la discriminazione e la violenza, e si propone di portare il proprio messaggio in tutte le latitudini.

In particolare:

a) Promuovere la relazione tra le differenti culture

Attraverso l’organizzazione di incontri e di ambiti di interscambio tra persone di differenti culture. Con l’intenzione non solo di far conoscere la propria cultura, le proprie inquietudini e le proprie aspirazioni, ma anche perché tale interscambio permetta di realizzare un autentico dialogo, orientato verso la ricerca di punti comuni, presenti nel cuore di differenti popoli ed individui.

b) Denunciare e lottare contro ogni forma di discriminazione, manifesta o larvata che sia

Attraverso campagne di diverso genere, che permettano di ottenere il pieno rispetto dei diritti umani. Per la libera circolazione degli esseri umani nel pianeta e perché ognuno possa scegliere il luogo e le condizioni nelle quali vuole vivere. Per migliorare il presente e per costruire un futuro comune.

c) Diffondere le proprie idee e attività

Prendendo contatto con tutte le culture nei vari paesi, con l’intenzione di diffondere e di raggruppare persone interessate allo studio e all’organizzazione delle attività di Convergenza delle Culture.


Lineamenti organizzativi

1. Aspetti generali

Queste linee guida mirano a definire un modello di organizzazione e gestione comune nei suoi aspetti più generali.

Convergenza delle Culture è un’organizzazione a carattere mondiale; in questo senso i suoi membri, indipendentemente dal luogo in cui agiscono, si sentono parte della stessa azione mondiale di umanizzazione che si esprime in modi diversi ma convergenti. Pertanto è fondamentale dare omogeneità ai contenuti ideologici in tutte le sue manifestazioni.

Le sue forme di partecipazione sono aperte e flessibili. Si tratta di un’organizzazione a base umana in cui ogni persona si rende responsabile di ciò a cui dà impulso e di quello che costruisce.

Le strutture fondamentali di Convergenza delle Culture sono le “equipe di base” che sviluppano le loro attività in quartieri, scuole, università, luoghi di lavoro, attraverso internet, eccetera.

2. Il coordinamento di base e quello nazionale.

Inizialmente queste equipes di C.C. sono coordinate dalla persona che ha promosso la loro formazione e che le ha sviluppate seguendo gli obiettivi proposti nei documenti e materiali ufficiali di Convergenza delle Culture. Quando queste “equipes iniziali di promotori” raggiungono un minimo sviluppo (intorno ai 10 partecipanti) e permanenza (riunioni periodiche) si costituiscono in “equipes di Convergenza delle Culture”. Si realizzerà annualmente un’elezione in cui parteciperanno tutti i membri pieni dell’equipe, per confermare o rimpiazzare il coordinatore iniziale.

Nella misura in cui si sviluppano queste “equipes di base di C.C.” si presentano necessità di coordinamento con altre equipes di C.C. che agiscono nello stesso paese. Quando si arriva a 10 equipes di base, i coordinatori di queste equipes formano un “equipe promotrice” che convoca ad elezioni per eleggere la prima equipe nazionale. Le persone che faranno parte di questa equipe nazionale saranno scelte per voto diretto dei membri pieni dell´organismo nel paese, ogni due anni.

Questa equipe nazionale ha la funzione di coordinare azioni comuni (campagne, forum, incontri, risposte a situazioni di conflitto, eccetera), gestire l’aspetto amministrativo e legale, coordinare le relazioni con la stampa e con altre organizzazioni, convocare le elezioni per il rinnovo delle cariche ogni due anni ed altre funzioni che si vedano convenienti.

Queste funzioni sono esclusivamente al servizio dell’insieme, rispondono ad un mandato con lineamenti precisi e possono essere rielette.

Dato che il tema centrale dell’organismo è la convergenza delle culture, nell’equipe nazionale alcune funzioni saranno riservate a membri pieni di diverse culture che le possano assumere, indipendentemente dal risultato delle elezioni.

3. Il coordinamento mondiale.

Il coordinamento mondiale è responsabilità di una Equipe Mondiale eletta ogni due anni per voto diretto dei membri pieni dell´organismo in tutto il mondo.

L’equipe mondiale ha la responsabilità del coordinamento di Convergenza delle Culture a livello mondiale. Potrà proporre azioni coordinate di diversa ampiezza e risonanza.

Dato che il tema centrale dell’organismo è la convergenza delle culture, nell’equipe mondiale alcune funzioni saranno riservate a membri pieni di diverse culture, attivi nell’organismo, che le possano assumere, indipendentemente dal risultato delle elezioni.

Nel caso di decisioni importanti, che pregiudicano il posizionamento e lo sviluppo dell’insieme, si realizzerà una consultazione generale che garantisca la partecipazione di tutti i soci dell’organismo. Se si considera necessario si potrà richiedere una votazione mondiale diretta sul tema.

4. Le “Equipes di Convergenza delle Culture” (gruppi di base)

Queste equipes si riuniscono periodicamente intorno ai materiali di Convergenza delle Culture con l’obiettivo di chiarirsi sugli aspetti ideologici e sugli obiettivi dell’organismo, promuovere relazioni tra le diverse culture, denunciare e lottare contro ogni forma di discriminazone manifesta o larvata e diffondere le idee ed attività di C.C. Inoltre, se lo desiderano, hanno a disposizione gli incontri e ritiri di studio e pratica del Movimento Umanista da poter realizzare.

Esistono anche Equipe di C.C. che sviluppano le loro attività in modo virtuale approfittando dell’uso delle nuove tecnologie.

Fin dalla loro formazione le Equipes di C.C. danno impulso alla messa in moto di tre meccanismi o funzioni fondamentali per la loro crescita:

  • crescita: orienta la sua azione verso altre persone, verso altre reti ed organizzazioni con l’obiettivo di far conoscere le proprie proposte e i propri progetti e strumenti.

  • comunicazione: mantiene una comunicazione fluida e l’interscambio con altre equipes di C.C. e con altre organizzazioni affini ai suoi obiettivi.

  • formazione: cura la formazione progressiva dei suoi membri mettendo a disposizione gli strumenti per il loro sviluppo personale, culturale e sociale. Questi studi e pratiche si trovano nei materiali ufficiali.

Queste equipes di Convergenza delle Culture generano vincoli con altri gruppi e organizzazioni del loro medio, ma per nessun motivo stabiliscono una relazione organica con nessuno di loro.

5. Funzioni per l’insieme

Le equipe di base potranno, se lo considerano necessario, definire alcune funzioni che facilitino l´azione congiunta, ad esempio:

  • Funzione di portavoce: responsabile di rappresentare Convergenza delle Culture nelle attività istituzionali, con la stampa e in ogni attività o situazione in cui sia necesario esporre i punti di vista di questo organismo.

  • Funzioni di relazione con altre organizzazioni.

  • Funzioni legali e giuridiche.

  • Funzioni di stampa e diffusione.

  • Altre funzioni ad-hoc.

Queste funzioni sono elette con votazione ed hanno la durata di un anno. Queste funzioni sono esclusivamente di servizio all’insieme, rispondono ad un mandato con lineamenti precisi e possono essere rielette.

6. Participazione

La partecipazione è aperta a ogni persona senza alcuna discriminazione. Qualunque persona che coincida con gli obiettivi fondamentali di Convergenza delle Culture può far parte dell’organizzazione, come membro pieno o come aderente e collaborare così nelle attività pianificate, partecipare alle riunioni di formazione e qualificazione e promuovere nuove azioni.

Membri pieni: partecipano alle riunioni, danno impulso alla crescita, si qualificano in base ai materiali proposti e contribuiscono al sostenimento dell’organismo con il loro contributo annuale. Sono responsabili dell’elezione, attraverso il voto diretto, del coordinatore della loro equipe di base e delle funzioni delle equipes nazionali e di quella mondiale. Danno impulso allo sviluppo e alla formazione di nuove equipes senza limiti geografici.

Aderenti: ricevono informazione, partecipano alle attività e collaborano al loro sviluppo.

Qualsiasi gruppo o organizzazione che, senza perdere la propria identità, esprima la propria adesione ai principi che ispirano CdC, può richiedere l´inclusione come “sostenitore" della CdC e mantenere questo rapporto di collaborazione reciproca.

7. Materiali di riferimento

Convergenza delle Culture conta con materiali ufficiali e materiali raccomandati:

Materiali ufficiali:

  • Quaderno di Convergenza delle Culture.

  • Manuale di formazione personale per membri del Movimento Umanista. Centro di studi Parco Punta de Vacas, 2009

Materiali raccomandati:

  • Documento del Movimento Umanista.

  • Autoliberazione, Luis A. Ammann. (Ed. 1980, aggiornato nel 2004.)

  • Opere Complete, Silo, Vol. I e Vol. II, Multimage, 2000 e 2003.

  • Appunti di psicologia, Silo. Multimage, 2008.

Esistono anche numerosi contributi che i membri di Convergenza delle Culture producono nello sviluppo dei loro punti di vista e nell’applicazione in campi specifici. Questi contributi ampliano progressivamente la bibliografia raccomandata.

8. Economie

Convergenza delle Culture si sostiene con il contributo annuale dei suoi membri pieni.

Questa quota sarà fissata dall’Equipe di coordinamento nazionale in base allo stipendio medio di ciascun paese e si raccoglierà una volta all’anno nella stessa data per tutti i membri pieni dell’organismo.

La colletta si distribuisce in modo proporzionale tra le equipe di base, le equipes di coordinamento del paese e quella mondiale secondo proporzioni definite dall’Equipe promotrice mondiale.

Si potranno anche organizzare collette occasionali in base alle necessità che sorgono. In queste occasioni gli aderenti dell’organismo parteciparanno in modo volontario. Le quote di queste collette non potranno mai superare quello del contributo annuale.

Coerentemente con una organizzazione a base umana, i fondi per il suo sostentamente provengono dai suoi membri.

9. Aspetti istituzionali

D’accordo al grande sviluppo e crescita di C.C. in ciascun paese e con il fine di facilitare lo sviluppo dei suoi obiettivi in relazione al suo medio, le Equipes tendono a legalizzarsi come “associazioni civili senza fini di lucro” (o una figura simile secondo la normativa di ciascun paese).

Gli statuti o carte organizzative di queste “associazioni senza fini di lucro” rifletteranno nella pratica una organica e dei principi identici a quelli proposti nei materiali organizzativi ufficiali a livello mondiale.

A livello mondiale Convergenza delle Culture si organizza come Federazione Mondiale che raggruppa tutte le Equipes di C.C. del mondo.

Convergenza delle Culture”
Federazione Mondiale di Equipes di C.C.


1) Precedentemente (1995 -2009) conosciuto come “Centro delle Culture”, creato dal Movimento Umanista nel 1995.